Bike is life.
Il messaggio della nona edizione.

La bici deve essere uno strumento di divertimento, spensieratezza, di VITA!

Troppe le tragedie che sempre più spesso stroncano vite trasformando le nostre strade in veri e propri campi di battaglia, dove non ci sono vincitori.

Il 15 ottobre 2019, l’ennesimo incidente stradale, ci ha privati di un grande amico della nostra manifestazione.
Alessandro incarnava la nostra massima ambizione: coinvolgere e fidelizzare persone nel nostro progetto, costruire un’amicizia che edizione dopo edizione diventa un legame profondo.

Questa tragedia ci ha spinti a riflettere.
Provare a capire se e come poter contribuire ad evitare che drammi simili potessero ripetersi.

Quello che è accaduto ad Alessandro, persona meravigliosa di 43 anni, rappresenta per noi una dolorosa eredità.

Per questo, la nona edizione parlerà di prevenzione, di sensibilizzazione sul tema degli incidenti stradali.

Un progetto ambizioso.
Che doterà tutti i partecipanti della manifestazione di un kit di luci (anteriore e posteriore)
presente nel pacco gara compreso con la quota d’iscrizione: uno strumento fondamentale diretto a rendere più visibile il ciclista e quindi a ridurre la possibilità di incidenti stradali.

Un kit che deve diventare una componente stabile dell’allestimento di ogni bicicletta, di notte come di giorno, in ogni situazione e in ogni ambiente scelto per vivere la nostra passione.

Proveremo a dare il nostro contributo.
Lo faremo per Alessandro e per tutti coloro che nella bici cercano un momento di evasione.
Che non può, NON DEVE diventare morte.
La bici, è VITA!